Rita Barbera, 1954. In pensione dopo 35 anni di lavoro come direttrice di carcere. L’ultimo incarico è stato la direzione del carcere di Palermo “Ucciardone”. Ha fatto due esperienze politiche di candidature alle elezioni regionali del 2005 con Rita Borsellino e nel 2008 con Anna Finocchiaro, senza risultare eletta. È stata coordinatrice regionale di Libertà e Giustizia.

Alessandra Contino, 1971, sociologa e docente, dottora di ricerca e specializzata in tutela dei diritti umani. Collabora con il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con Centri di ricerca e Ong nel campo delle politiche di genere.

Beatrice D’Amico, 1952. Bancaria in pensione. È stata sindacalista della Fisac/Cgil, all’interno della quale ha creato insieme ad altre Compagne “Il Laboratorio delle Idee”. Un coordinamento donne, inteso come luogo privilegiato del confronto e della relazione politica tra le donne della Fisac e che si è posto l’obbiettivo di portare il punto di vista di genere in ogni ambito della vita sindacale, politica e sociale. Componente di PIùdonnepiùPalermo, creata per combattere l’uso del linguaggio sessista e dare impulso al riequilibrio della rappresentanza di genere, attualmente fa parte del Coordinamento Antivilolenza 21 luglio, impegnato sul fronte della lotta alla violenza di genere.

Maria Grazia Lo Cicero 1963 Insegnante e regista. Da anni è impegnata nella scuola con Progetti rivolti all’Educazione di genere e alle tematiche sul disagio giovanile. Femminista e componente di PiudonnepiùPalermo e del Coordinamento Antiviolenza 21 luglio.

Pina Mandolfo Sono sceneggiatrice, regista e operatrice culturale. Femminista e attivista. Le donne, il cinema, la scrittura e l'ambiente sono oggetto del mio lavoro e del mio impegno politico e civile. Tra le mie attività culturali: Il reale e l’immaginario; L’immagine riflessa; Sesso, genere e travestitismi al cinema; Sally Potter e Virginia Woolf, rappresentazione del femminile; Vuoti di memoria: il ‘900 delle donne; Le donne, la vita, il cinema. Nel 1995 sono stata socia fondatrice della Società Italiana delle Letterate. Tra i miei saggi e racconti: Desiderio; Il sud delle donne, le donne del sud; La felicità delle narrazioni; Una necessità chiamata famiglia, Racconto di fine anno. Tra i miei film: Silenzi e Bugie, vincitore del Sottodiciotto Film Fest; Correva l’anno; Viola di mare (soggetto e co-sceneggiatura del film) vincitore del Nice Festival e premio Capri; Sicilia questa sconosciuta. Tra i miei documentari: L’antigattopardo, Catania racconta Goliarda Sapienza; Donne, sud, mafia; Orizzonti mediterranei; Gesti di luce: passeggiata letteraria nei luoghi di Maria Messina; Come un incantesimo; Le invisibili: 250mila donne sfilano a Roma; Le parole per dirlo (spot per la rete antiviolenza D.i.r.e. 2016). Oltre il silenzio (2017).

Antonella Monastra è palermitana e nata nel ‘56. È stata Ginecologa nei Consultori di Palermo. Per quindici anni Consigliera Comunale a Palermo dapprima con Rifondazione Comunista e in seguito rieletta nell’ambito di liste civiche di sinistra. Nel 2012 partecipa alle Primarie a Sindaco. Nel 2013 aderisce al PD candidandosi, unica donna, alle Primarie per la Segreteria Regionale per l'area Civati. Esce dal PD a giugno 2017. Iscritta da sempre alla CGIL Medici ha aderito di recente all’Associazione Italiana Donne Medico. Da sempre si è impegnata e battuta per la salute pubblica, la pace e l'inclusione sociale, la sostenibilità ambientale, l'emergenza abitativa, contro la violenza degli uomini sulle donne, per le politiche di genere e per i diritti civili.

Maria Grazia Pignataro. Sono nata a Trani in Puglia il 28 ottobre del 1964, ma sono cresciuta a Caltanissetta, dove vivo tuttora. Ho conseguito la laurea in Storia e Filosofia nel 1988 presso l'Università degli studi di Palermo. Sono docente con contratto a tempo indeterminato dal 1992 e insegno attualmente Materie letterarie presso l'Ipsia “Galileo Galilei” di Caltanissetta. Mi sono sposata nel 1992 e ho due figli/e: Chiara, 25 anni, e Michele, 18 anni. Collaboro come giornalista pubblicista con la redazione locale del giornale “La Sicilia”. Sono presidente da 4 anni dell'associazione Ispedd onlus (Istituto per i disturbi pervasivi dello sviluppo e autismo). Sono stata vice coordinatrice della ex Consulta comunale delle disabilità e componente della Consulta regionale per l'autismo e del Tavolo tecnico sulla condizione della persona con disabilità. Faccio parte dell'associazione “Ondedonneinmovimento” da 6 anni.

Elvira Rosa 1946, docente in pensione già dirigente regionale del SNS-CGIL e Responsabile del Coordinamento Donne CGIL-Sicilia; oggi componente del Coordinamento Donne SPI di Palermo e componente del Coordinamento Antiviolenza 21 luglio; impegnata in politica e socia fondatrice nel 1984 dell'Associazione delle donne siciliane contro la mafia.

Loredana Rosa 1948, femminista, pensionata, ha lavorato presso la Biblioteca Comunale di Caltanissetta. Già funzionaria politica del Partito Comunista Italiano, responsabile della Commissione Femminile della Federazione di Caltanissetta. Ha collaborato con il TDM-MFD. Ha svolto diverse attività di volontariato. Socia fondatrice dell’associazione Onde donneinmovimento si occupa di politiche di genere.